Ristorante Zairo

ristoranti pizzerie

INDIRIZZO

Prato della Valle, 51 Padova

ORARI

Mar - Dom: 12.00 - 15.00 19.00 - 1.30

TELEFONO

049663803

1904

Lo Zairo era un imponente anfiteatro satirico che sorgeva nell’area del Prato della Valle ben prima della ristrutturazione voluta dal doge Andrea Memmo. Le sue pietre, smantellato l’edificio nel 1500, vennero riutilizzate per sistemare la vicina basilica di Santa Giustina e costruire il ponte di Rialto a Venezia. Da questo antico teatro (le cui tracce si possono ancor oggi intravedere sotto le acque che circondano l’Isola Memmia in occasione delle periodiche pulizie dei fondali) ha preso il nome il ristorante pizzeria che affaccia sulla piazza più grande d’Europa.

Una “trattoria e birraria” sotto l’insegna Al giardinetto esisteva in questo luogo già nel 1904. A dire il vero la locanda era operativa dalla fine dell’Ottocento, quando l’attività era affittata a Giovanna Giacomini, capostipite della famiglia Pastore che ha gestito il locale fino al 1978.

La lunga conduzione dei Pastore, durata oltre settant’anni, è stata testimone di numerosi avvenimenti e cambi nel costume della città. Dal 1936 per i clienti del locale nel plateatico esterno venivano proiettate d’estate le prime pellicole cinematografiche. E sempre durante il ventennio fascista la taverna vide da una posizione privilegiata il discorso del duce ai corpi del Fascio radunati in Prato.

Nel 1988, dopo alcune gestioni di transizione, la trattoria fu rilevata da Francesco Filimbeni, tuttora alla guida del locale. Fu lui a dargli l’attuale nome e a ristrutturare l’edificio recuperando alcune particolarità del complesso architettonico su cui sorgeva fino al primo Ottocento la chiesetta di San Leonino. Di quest’antico fabbricato, distrutto quasi completamente dagli Ungari nel 914 e poi ricostruito, rimangono visibili nel ristorante l’ingresso principale, le tre navate delimitate da colonne e un affresco del 1673.

Lo Zairo è diventato oggi punto di riferimento per i padovani per gustare, in un’atmosfera evocativa, specialità internazionali, piatti tipici pugliesi e ottime pizze.

Nello stesso complesso architettonico su cui insiste il ristorante nacque nel maggio 1853 la poetessa Vittoria Aganoor.

Ristorante zairo 3
Ristorante zairo 4
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni